ALESSANDRO SACCHI
PRESIDENTE NAZIONALE U.M.I.

sacchi presidente

     Alessandro Sacchi, Avvocato civilista, è nato a Napoli, dove vive e lavora.
    E' stato negli anni '80 Segretario regionale per la Campania del Fronte Monarchico Giovanile, prima, poi Vicesegretario Nazionale.
    Già Vice Presidente nazionale U.M.I., nel 2010 viene indicato dal Consiglio Nazionale come Presidente facente funzioni per supplire le funzioni di Gian Nicola Amoretti, impossibilitato ad esercitarle. Il 24 novembre 2012, durante il XII Congresso Nazionale U.M.I., viene acclamato Presidente Nazionale.

 

 

 

 

 

 

Roma - Nella mattinata di sabato 8 novembre 2014, la centrale piazza Santi Apostoli, luogo simbolico tra il Quirinale e l’Altare della Patria, è stata colorata da centinaia di tricolori con lo stemma sabaudo portati in piazza dell’Unione Monarchica Italiana. I monarchici hanno organizzato un comizio per chiedere l’abrogazione dell’articolo 139 della Costituzione che limita la sovranità popolare, imponendo una repubblica eterna. Era dal 1983, anno della scomparsa del Re Umberto II, che l'U.M.I. non organizzava una grande manifestazione di piazza e dai tempi del Fronte Monarchico Giovanile guidato da Sergio Boschiero, che così tante bandiere non si vedevano all'aperto. La mattinata, intanto che la piazza si riempiva, si è aperta con l'esecuzione di una selezione delle musiche più patriottiche di Giuseppe Verdi: da La battaglia di Legnano ai Vespri Siciliani, dal Nabucco all'Ernani. La Campana di San Giusto e la Leggenda del Piave hanno aperto la manifestazione, seguiti da Fratelli d'Italia e dalla Marcia Reale. Il Segretario nazionale U.M.I. Davide Colombo, primo ad intervenire, ha indicato nella manifestazione il punto di svolta per il monarchismo italiano che non si può più permettere di rimanere chiuso tra quattro mura ma deve tornare tra la gente e con la gente. Colombo ha focalizzato l'attenzione sulla crisi della repubblica e sulle ipocrisie sulle quali si basa. Il Sen. Giuseppe Basini, membro del Consiglio di Presidenza U.M.I., ha ricordato il ruolo storico che la Monarchia ebbe nel primo conflitto mondiale, a cento anni dall'evento, soffermandosi sul ruolo avuto dal Re Vittorio Emanuele III durante il convegno di Peschiera, in cui impose di resistere sulla linea del Piave. La conclusione del comizio è spettata al Presidente nazionale U.M.I. Avv. Alessandro Sacchi che ha contestato l’articolo 139, analizzando le contraddizioni della repubblica, ed ha esortato i monarchici a non demordere sull'affermare i propri valori. Sacchi ha anche mandato un chiaro messaggio alla politica: non saremo più disposti a fungere da serbatoio di voti ma ci impegneremo a votare chi concretamente si impegnerà per l'abrogazione dell'articolo 139. La mattinata si è conclusa con uno sfolgorante sventolio di bandiere sulle note della Leggenda del Piave. All'evento hanno presenziato tra il pubblico anche il vicepresidente del Senato, sen. Maurizio Gasparri e l'On. Adolfo Urso. Il Sottosegretario alla Giustizia, Dott. Cosimo Ferri, ha fatto giungere un messaggio di saluto ed il Presidente della Consulta dei Senatori del Regno, il Prof. Aldo Alessandro Mola, ha dato l'adesione dell'Istituzione che rappresenta all'evento. Presenti tra gli altri il Presidente del Circolo REX Ing. Domenico Giglio e il Delegato delle Guardie d'Onore di Roma Col. Paolo Caruso con numerose guardie. Tanti i monarchici giunti a Roma da tutta Italia. Sono stato organizzati anche dei pullman da Napoli, da Pescara, da Bari e da Avellino. Moltissimi i giovani del Fronte Monarchico Giovanile che hanno tenuto alte le bandiere del Regno. Piazza Santi Apostoli si è dimostrata un punto di partenza per quella che deve essere la campagna monarchica in questo periodo di profonda crisi repubblicana: l'orgoglio di mostrare la nostra bandiera e di affermare le nostre ragioni.

ROMA: L’U.M.I. PORTA IN PIAZZA CENTINAIA DI BANDIERE

 

L'Unione Monarchica Italiana ha ripreso il conferimento della Medaglia della Fedeltà, l'onorificenza monarchica istituita per volontà di Re Umberto II e concessa dal Presidente dell'U.M.I. Già il 3 maggio 2014, in occasione della cerimonia per i 70 anni dell'U.M.I., il leader storico Sergio Boschiero ricevette la Medaglia d'Oro della Fedeltà (unico caso di concessione ad un vivente, le altre infatti furono date alla memoria ai dieci caduti di via Medina), e venne annunciata dal Presidente U.M.I. Alessandro Sacchi la ripresa dello storico riconoscimento che non avveniva più dalla morte del Re nel 1983. Sabato 13 dicembre 2014, in occasione della cena di gala per lo scambio d'auguri natalizi nel giorno di Santa Lucia, alla presenza di S.A.R. la Principessa Maria Gabriella di Savoia, il Presidente Sacchi ha conferito tre medaglie della fedeltà di bronzo. La piccola cerimonia, tenutasi in Roma nello splendido roof garden dell'Hotel Mediterraneo di via Cavour, è stato un toccante momento in cui l'U.M.I. ha voluto premiare chi ha dedicato decenni della propria vita alla Causa Monarchica. Gli insigniti hanno rappresentato il nord, il centro e il sud Italia, unificando simbolicamente la nostra amata Patria: Carmine Passalacqua di Alessandria, Maurizio Bettoja di Roma e Biagio Segreti di Napoli. Le medaglie di bronzo della fedeltà vengono concesse a coloro che si siano distinti per almeno dieci anni di militanza a favore della causa monarchica, mentre quelle d'argento spettano a coloro che abbiano riportato restrizioni per la Causa o che siano stati feriti in conflitto. Durante quest'ultima cerimonia sono state consegnate direttamente dalla figlia del Re, suscitando forte emozione negli insigniti. La serata si è conclusa con una deliziosa cena in quello che è uno dei più suggestivi ristoranti della capitale, il ristorante dell'Hotel Mediterraneo, con una vista che abbraccia tutta la Città eterna. Al termine dell'incontro conviviale il Presidente Sacchi ha levato i calici dedicando un brindisi all'Italia e ringraziando S.A.R. la Principessa Maria Gabriella per essere stata squisita ospite e madrina della serata. Per l'occasione l'editore dell'Annuario della Nobiltà Italiana, il dott. Andrea Borella, ha pubblicato un libretto fuori catalogo sulla storia dell'U.M.I. e della Medaglia della fedeltà, curato dallo stesso Borella e dal Consigliere nazionale Alessandro Mella, che è stato donato a tutti i partecipanti assieme ad un omaggio offerto dalla moglie del Presidente Sacchi a tutte le signore. L'incontro ha sottolineato anche l'indissolubile legame tra U.M.I. e Casa Savoia, che con la presenza di S.A.R. la Principessa Maria Gabriella è stato nuovamente riconfermato. Il Presidente Sacchi, visto il successo dell'iniziativa e le ottime impressioni raccolte dagli ospiti e dalla stessa Principessa, ha deciso che il 13 dicembre diverrà un appuntamento fisso dell'U.M.I. per lo scambio di auguri, pensando già all'edizione del 2015. 

CONFERITE LE MEDAGLIE DELLA FEDELTA’ DELL’U.M.I. ALLA PRESENZA DI S.A.R. LA PRINCIPESSA MARIA GABRIELLA DI SAVOIA

RIUNITO A ROMA IL CONSIGLIO NAZIONALE U.M.I.

Consiglio nazionale U.M.I.

 

Si è riunito, nel pomeriggio di sabato 13 marzo 2010 presso la sala conferenze di via Fracassini in Roma, il Consiglio nazionale dell'U.M.I.
    Tutta l'Italia è stata rappresentata dai delegati, convocati da ogni regione.
    Dopo le relazioni del Presidente nazionale Gian Nicola Amoretti e del Segretario nazionale Sergio Boschiero, ha avuto luogo un ampio dibattito.
    Il Consiglio, durato fino alla prima serata, è stato un interessante spazio di confronto che ha portato all'approvazione del seguente ordine del giorno:

    “Il Consiglio Nazionale dell'U.M.I., riunitosi in Roma il 13 Marzo 2010, dopo ampio e vivace dibattito, approva all'unanimità le relazioni svolte dal Presidente nazionale Amoretti e dal Segretario nazionale Boschiero, invita tutti i monarchici a mobilitarsi su tutto il territorio nazionale per celebrare degnamente il 150° anniversario della proclamazione del Regno d'Italia e translare nel Pantheon di Roma, in questa solenne ricorrenza, le spoglie dei Sovrani ancora tumulate all'estero.
Rivolge un deferente saluto ai Principi Amedeo, Aimone e Umberto di Savoia-Aosta e fa voti perché, sull'esempio del Re Umberto II, vogliano con pari generosità svolgere fra gli Italiani il ruolo che la storia ha Loro assegnato.”


 

 Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010

Il tavolo della Presidenza durante l'esecuzione della Marcia Reale

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010 - Amoretti
L'intervento del Presidente nazionale Gian Nicola Amoretti

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
La sala conferenze di via Fracassini

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
da sin: la Sig.ra Italia, il Coordinatore del Club Reale "Savoia" di Corato Oronzo Cassa, il Coordinatore dell'U.M.I. di Messina Dott. Nobilia, il Presidente del Fronte Monarchico Giovanile Amedeo de Dominicis

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
L'intervento del Segretario nazionale Sergio Boschiero

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
Il Coordinatore dell'U.M.I. di Ascoli Piceno Conte Angelo Squarti Perla, il Coordinatore dell'U.M.I. di Torino Edoardo Pezzoni Mauri e il Coordinatore dell'U.M.I. di Novara Alessandro Pezzana

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
La relazione del Vice segretario nazionale Francesco Atanasio

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
Il saluto del Conte Jacopo Guicciardini, neo Coordinatore regionale U.M.I. per la Toscana

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
La relazione del responsabile internet Davide Colombo

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
Il Presidente regionale dell'U.M.I. della Puglia Comm. Giuseppe Interesse

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
Il Coordinatore dell'U.M.I. di Palermo Franco D'Appolito

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
Il saluto del Vice presidente del Circolo REX Ing. Domenico Giglio

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
L'applauditissimo intervento del Vice presidente nazionale U.M.I. Alessandro Sacchi

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
L'intervento dell'Ispettore internazionale U.M.I. Domenico Annoscia

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
L'accoratissimo saluto portato dal Segretario generale dell'Associazione Amici del Montenegro Maria Satta

Consiglio Nazionale U.M.I. - 13 Marzo 2010
Francesco Atanasio legge il verbale che l'Assemblea approverà all'unanimità